La casa del sonno

Questo libro è l’equivalente delle canzoni di Tiziano Ferro che ascoltavo da adolescente, quando ero a terra e volevo deprimermi ancora di più. Tipo Sere Nere o Non me lo so spiegare, per intenderci. Quindi se siete molto tristi e volete sprofondare nel baratro bellissimo e tragico della vita di questi personaggi, La casa del sonno è il libro per voi. Se invece siete molto molto felici e volete leggere un capolavoro, La casa del sonno è il libro per voi. Non avevo mai letto nulla di Coe; è uno di quegli autori di cui leggi, e che ti fa venire voglia di esplorarlo. Esiste qualcosa di più bello e unico della Casa del sonno, o è stato il suo capolavoro? Lo scoprirò leggendo altri suoi libri, in futuro.

1e6b9f60371999.5a4aac84c4f13.jpg
l’illustrazione è di Chaos Ego

La storia ruota attorno ad un luogo, due piani temporali, cinque personaggi: Sarah, Gregory, Terry, Robert e Veronica. Il libro è stato paragonato al capolavoro di Calvino, Il castello dei destini incrociati, ed in parte è così perché ad Ashdown -che negli anni Ottanta è una residenza universitaria e a fine degli anni Novanta è una clinica che cura i disturbi del sonno- si incrociano continuamente le vite delle persone che ci abitano o ci hanno abitato. Ma la similitudine finisce qui. Nel senso che Calvino con quel libro fa un esercizio di stile, un gioco letterario com’era tipico in quegli anni. Prende le carte dei Tarocchi, crea combinazioni casuali e sviluppa una storia meravigliosa per ognuna di queste combinazioni, sforzandosi di farle intrecciare e combaciare tutte alla perfezione.

diventare grandi

Il romanzo di Coe è molto distante da questa dimensione giocosa. E per la tematica di fondo che attraversa tutto il libro mi è sembrato molto più vicino a It, di Stephen King, piuttosto che al libro di Calvino. Come in It infatti i protagonisti sono costretti ad affrontare il loro passato. I drammi e le paure e le dolcezze e i traumi che hanno vissuto i sette amici durante la loro infanzia condizionano le loro esistenze adulte, e sono costretti ad affrontare il loro passato una volta per tutte. Nella casa del sonno avviene qualcosa di molto simile, ma ci troviamo più avanti nel tempo. È l’età delle passioni in un periodo storico, gli anni Ottanta, fortemente politicizzato. È il tempo dell’università, delle discussioni animate nei bar, dei sogni immortali e dei “quando sarò grande”. Tutto questo si sfracella contro il muro della vita adulta. Quando dopo la passione arriva il momento dei fatti, quando è necessario lasciare la residenza universitaria di Ashdown e di partire per una vita di fatica, affermazione e quotidianità, chi riuscirà veramente a realizzare questi sogni?

I suoi sogni costituivano la parte più pura, preziosa e necessaria della sua vita, e per questo trascorreva almeno quattordici ore al giorno dando loro la caccia attraverso la sua mente addormentata.” (1).jpg

 

Sarah

In un modo o nell’altro, tutto e tutti ruotano attorno a lei. Sarah è una ragazza abbastanza introversa, problematica ma irresistibile. Appassionata, volubile, dolce e

69dd4764875157.5ae0a1c7de200
l’illustrazione è di Iris D’arbre

tagliente nello spazio di due secondi. Intelligente, lucida e talvolta remissiva. Sarah è tutte queste cose ed è anche narcolettica. Cade in una specie di trance quando ride o si emoziona, fa sogni talmente vividi che a volte si confondono e sostituiscono alla realtà. È il sole attorno al quale ruotano le vite di Terry, Robert, Veronica e Gregory, per motivi sempre molto tragici che non ho intenzione di spiegarvi perché dovete, dovete leggere questo libro.

ossessione

La casa del sonno parla di ossessioni. La vita di ogni personaggio ne è condizionata e Coe racconta questa parte dell’essere umano in maniera talmente disturbante ed esatta da risultare angosciante. In alcuni momenti ho dovuto smettere di leggere, ho chiuso il libro e me ne sono fisicamente allontanata. È come guardarsi dentro e scoprire che Coe ti ha portato sulla soglia di uno strapiombo talmente buio che non si vede la fine. Ma la mano di questo scrittore compare e ti invita a buttarti per scoprire lo squilibrio, il malessere, l’angoscia e la passione che sono sempre stati dentro di te.

Casa Editrice: Feltrinelli

Prezzo: 9 euro 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...