American Gods

Chi di noi ha visto il film d’animazione Coraline e la porta magica credendo di godersi una piacevole serata sul divano ed è finito invece traumatizzato a vita? Ebbene, Coraline è tratto dal racconto omonimo partorito dalla mente di Neil Gaiman. Scrittore, fumettista e sceneggiatore televisivo, Gaiman ha un’immaginazione originale, un po’ tetra e se ne frega dei meccanismi di narrazione tradizionali.

American Gods è un capolavoro. È un capolavoro perché la storia ha così tanti livelli di lettura che potrei andare avanti a parlarne all’infinito.

da un punto all’altro

Ad un primo strato American Gods potrei definirlo come un libro che parla di un viaggio. Ci sono questi due personaggi che partono da un certo punto dell’America, si mettono in macchina e vanno. Ci sono cose che succedono, città nelle quali si fermano, persone con le quali interagiscono ma Shadow e Mr Wednesday si rimettono sempre e comunque in viaggio. A volte sono accompagnati da altri personaggi durante le loro tratte, nella maggior parte dei casi sono da soli. E fin qui tutto bene.

1487932636_american-goods.jpg

il melting pot degli dei

“Venendo in America la gente ci ha portato con sé. Hanno portato me, Loki e Thor, Anansi e il Dio-Leone, leprecauni, coboldi e banshee, Kubera e Frau Holle e Astaroth, e hanno portato voi. Siamo arrivati fin qui viaggiando nelle loro menti, e abbiamo messo radici. Abbiamo viaggiato con i coloni, attraversato gli oceani, verso nuove terre”.

E dopo sono stati dimenticati. Le donne e gli uomini che credevano in loro sono morti nel giro di qualche decennio, le nuove generazioni hanno smesso di credere in loro. Ma gli dèi strappati dalle loro terre e portati in America non hanno smesso di vivere.

Questi dèi sono arrivati molto tempo prima di Cristoforo Colombo, molto prima dei Vichinghi, molto prima di qualsiasi ritrovamento archeologico sia stato fatto fino a questo momento: “L’ errore consiste nel ritenere che prima di Colombo la gente non potesse percorrere lunghe distanze via mare” dice uno dei tanti personaggi che Shadow incontra nel suo viaggio, il Signor Ibis. Le pagine di questa conversazione sono uno dei motivi per cui consiglio veramente di leggere questo libro.

SCETTRO-DI-THOT-foto-thot.jpg

Prima dunque dimenticati, poi addirittura osteggiati da nuove divinità nate e cresciute nel corso dei secoli. Divinità potenti perché adorate continuamente dagli esseri umani, e del resto è dall’adorazione che deriva la forza di tutti gli dèi, vecchi e nuovi. Media, il Ragazzo Tecnologico, il Signor World -che non si capisce bene chi sia fino alla fine della storia- sono tra i più potenti e decisi ad annullare l’esistenza dei Vecchi una volta per tutte.

Il viaggio di Mr Wednesday e Shadow diventa allora una corsa contro il tempo per tentare di arruolare le vecchie divinità e renderle partecipi della guerra imminente.

arrivi e partenze

Ci sono diverse storie parallele che corrono insieme a quella principale: Bilquis o la Regina di Saba che vive di sesso e si arrangia come può, la vita di Essie Tregowan, giovane donna inglese che porta in America i pixies e le altre creature della mitologia celtica, i gemelli africani Wututu e Agasu, la vicenda legata a Lakeside, la fredda ma prospera cittadina nella quale Shadow vivrà in alcuni momenti della sua vita e tanti altri.

2018-08-05-20-36-16.jpeg
Ebbene si, American Gods è anche una serie di fumetti. Neil Gaiman può tutto.

Si, ci sono moltissimi personaggi da tenere a mente in questo romanzo, ma non toglierei nessuno di loro. La narrazione non ne fa le spese e corre veloce o lenta (come Gaiman desidera) in atmosfere surreali. A Gaiman non importa nulla di fare confusione tra passato e presente, tra realtà, visione o sogno. In questo senso all’inizio dicevo che non segue i meccanismi di narrazione tradizionali, non è necessario per lui dare degli appigli sicuri al lettore. Lo trascina in questo viaggio intrigante, affascinante, pieno di sangue e passione che è American Gods.

P.S.

A partire dal romanzo è stata realizzata una meravigliosa serie televisiva per il canale via cavo Starz e che ha raggiunto il pubblico italiano tramite Amazon video. Recentemente è stata confermata per una seconda stagione dopo un intenso -e doloroso, per me- periodo di incertezza.

Unico lato negativo: la copertina non è all’altezza della bellezza del libro. Se qualcuno in casa Mondadori dovesse mai leggere questo articolo vi prego cambiatela.

Casa Editrice: Mondadori

Prezzo: 13 euro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...